Domani compio la cifra tonda di 50 anni, come già anticipato nella precedente newsletter.

In questi ultimi dieci anni, come molti di voi, mi sono resa conto quanto sia importante invecchiare bene e quanto sia veramente fondamentale il proverbio LA SALUTE PRIMA DI TUTTO.

Molte cose cambiano negli anni, il nostro corpo invecchia e cosa che preoccupa molti di noi, invecchia anche il cervello.

Spesso i clienti mi dicono … ho tot anni, ma io dentro non me li sento! Se non avessi il fisico che mi da segnali chiari, mi sentirei come tanti anni fa!

Altri invece dicono l’esatto contrario, perché magari la vita e la salute li hanno messi a dura prova, perché hanno perso gli affetti più cari, perché si sentono soli…

Qualsiasi sia la situazione, sembra che spesso la nostra età anagrafica non coincida con quella che ci sentiamo addosso.

Quando faccio la BIA a qualche cliente, ovvero la misurazione impedenziometrica, lo strumento in modo irriverente mette in evidenza anche l’età metabolica, ovvero come lavora il nostro metabolismo… anche in questo caso spesso non coincide con quella reale e neanche con quella sentita!
Che dire, come se avessimo 3 età di cui tenere conto!

Io sinceramente a cinquant’anni mi sento l’età che ho, con molti pregi e qualche difetto, personalmente non mi spaventa la parte estetica, cerco di mantenermi al meglio delle mie possibilità avendo cura della mia pelle, per cominciare dalla parte più esterna, e della mia salute,  attraverso l’alimentazione e la scelta di curarmi, per quanto possibile ovviamente, con le così dette medicine complementari, da buona Speziale.

“SE SANA VUOI CAMPARE, ERBA E FRUTTA HAI DA MANGIARE”

I proverbi si sprecano e sono molto corretti, ma ben pochi li seguono…

Sicuramente c’è il discorso attività fisica che da pelandrona quale sono è sempre posizionata alla fine delle mie necessità, ma che cerco comunque di non tralasciare anche se nel mio caso si tratta di passeggiate nella natura.

E il cervello, come lo nutriamo? Sicuramente con il buon cibo ma non solo, come già sapete, la lettura e lo studio mi aiutano a mantenermi le rotelle lubrificate!

Quindi che dire, che penso che la cosa più importante sia riuscire ad accettarsi, con i limiti imposti anche dal passare degli anni.

Una volta non mi sfuggiva nulla, nella mia memoria rimaneva impresso non solo un determinato avvenimento, una conversazione, ma addirittura le espressioni delle persone… adesso ogni tanto mi perdo qualcosa e ho preso l’abitudine di dire: eh sarà l’età! Cosa che fa sempre sorridere i miei famigliari e le mie collaboratrici! Ma ho capito che forse il mio cervello è diventato selettivo, si ricorda quello che gli interessa e il resto…amen, o forse questa è una scusante?!

In quest’anno di vita anomala per tutti noi, ogni scusa è valida, ogni situazione e vissuto assumono un significato differente, nulla è più come prima, nessuna previsione sembra possibile, ma i mesi sono passati e questo 7 settembre settanta ha raggiunto il 7 settembre duemilaventi, che se lo dico mi sembra l’Odissea nello spazio… anno strano veramente.

L’altra estate ero determinata a fondare il Partito delle Donne Lavoratrici, perché ero stufa di sentire parlare questi politici che sembrano spesso distaccati completamente dalla realtà di tutti i giorni, quest’anno ha sicuramente creato un ulteriore scollamento in molti ambiti.

Ma io continuo a fare il mio lavoro e spero sempre di essere adeguata alle vostre aspettative, anche se spesso si pensa io possa veramente far miracoli, cosa impossibile!

Quindi con l’ennesimo proverbio vi ricordo che

“LA SALUTE NON S’ACQUISTA CON L’ANDAR DAL FARMACISTA”, neanche se la Farmacista in questione sono io, ma con la consapevolezza che abbiamo un corpo solo e lo dobbiamo trattare bene, è prezioso!

Con Affetto

Franca


Ti potrebbe interessare anche:

MENOPAUSA: LA SALUTE DELLE DONNE 

Non è GAS tutto quello che Gonfia: GUIDA AL GONFIORE

È DAVVERO NECESSARIO TUTTO QUESTO “USA E GETTA”?