Questa settimana sono stata a due corsi completamente differenti.
Lunedì ero a Verona al corso di AROMATERAPIA SCIENTIFICA, corso tenuto dal Dott. Dominique Baudoux. Sono tornata a casa alla sera, dopo otto ore di corso con la traduzione simultanea, quindi ancora più faticosa mentalmente, stanca, molto stanca, ma felice, molto felice!
Questo Dottore ha tenuto il corso da solo, ha sempre parlato, ma con una passione, con una autorevolezza, con una competenza tale da portare un effetto a cascata in tutti noi che lo abbiamo ascoltato, fantastico.
Ovvero questo Dottore ha suscitato nella platea una FIDUCIA nella sua persona, sulle sue capacità, sulle sue conoscenze, tale da riuscire a stimolare in noi uditori il desiderio di approfondire la materia e mettere in pratica il prima possibile.

Quanto è importante la Fiducia?
Direi che è fondamentale, e quando si rompe si rompe, personalmente ritengo sia praticamente impossibile aggiustarla quando è rotta!
Questi ultimi due giorni invece sono stata a Milano, ad un corso alla Bocconi, sul Marketing.
Quando sono arrivata a Milano, in anticipo sull’orario del corso, sono andata in avanscoperta per essere più tranquilla rispetto ai tempi. Non avevo mai guardato foto della Bocconi, quindi non sapevo fosse uno stabile relativamente nuovo, adesso ci hanno detto che si trasferiscono in una sede super tecnologica, con ologrammi al posto delle slide e sedie che si sistemano da sole.
Fantastico, da noi invece le sedi sono storiche e ci piacciono così (direi io)! Ma sono all’antica!
Pioggia battente e colori autunnali non hanno contribuito ad esaltarne la “bellezza”. Però tutto intorno c’erano ragazzi con l’alloro, nuovi laureati felici, belli, sorridenti e leggeri come solo chi lo ha provato sa come ci si sente. Non ho capito come mai adesso ci si cinge solo la testa con la corona, noi invece avevamo le super corone da collo!
All’inizio ho pensato, vedi questi bocconiani seri e silenziosi, altro che noi a suon di canzoncine e scherzi! Invece durante tutta la nostra lezione siamo stati allietati dai canti “dottore dottore dottore..” Mi sono sentita proiettata a 25 anni fa, anche allora pioveva ed era brutto! Tanto che avevo pregato che non mi spogliassero ma che mi vestissero per gli scherzi! E così è stato, visto che la tesi riguardava i danni per la salute dal Mercurio nei prodotti ittici!
Giornata fantastica, una vera sensazione di liberazione. Ho cercato le foto tornata a casa per guardarmi negli occhi. Sono sempre io, sono io allora come ora, quella che voleva cambiare il mondo, che non sopporta le ingiustizie e che non tollera le manifestazioni di intolleranza di genere e di razza!

Che dire, cosa mi porto a casa?
Si è ragionato di numeri e di spesa sanitaria, di farmacie e distribuzione, di acquisti su internet e in supermercato, ma soprattutto di scarsa fiducia dei cittadini nel farmacista, che dovrebbe essere il garante della salute e che spesso non è competente. Molto di quello che ho sentito mi ha lasciata basita.
Sabato sera, prima della cena sono andata a camminare. Ero delusa, annoiata, la noia mi distrugge più di altre cose, agisce a livello del mio sistema nervoso in modo velocissimo, mi crea uno stato di scoraggiamento. Mi sono detta ossigeniamoci, che a Milano è tutto un programma, ma almeno pioveva, l’aria forse era meglio del solito. Mi sono fermata davanti ad una bellissima erboristeria, sono entrata, solo l’impatto olfattivo mi ha tirato su il morale!
E qui ho pensato, vedi che l’aromaterapia funziona alla grandissima! Ho passeggiato tra gli scaffali, mi sentivo a casa, ho visto le latte di metallo delle Erbe della Selerbe che ho anche io, integratori, prodotti comuni e altri che non ho.. poi ho fatto un bellissimo percorso olfattivo per i diffusori che sicuramente mi ha ispirato, mi sono rigenerata, sono uscita sorridente e di buonumore!
Ho affrontato la cena, con i colleghi, di buon spirito e trovato persone con cui condividere le mie personali convinzioni sui Farmacisti speziali! 

Il giorno dopo ho fatto solo un intervento, per il resto ho ascoltato la docente e i colleghi restando spesso incredula su quello che sentivo, in termini di paure, di problematiche, di situazioni e consigli.
Io ho detto che il problema della scarsa FIDUCIA dipende dalla competenza: se siete competenti siete AUTOREVOLI, se non lo siete hanno ragione i clienti ad andare altrove. MUTI.
In pausa caffè poi sono venuti a dirmi, lo sai che hai ragione…

Quanto la FIDUCIA è FONDAMENTALE?
PER ME LO E’ IN TUTTI I CAMPI!
Almeno io la penso così, alla mia nuova collaboratrice ho detto subito, io mi fido o non mi fido, poi se però perdo la fiducia, sono guai!
Mi fido di Giorgio, il titolare del piccolo supermercato da cui mi servo, mi fido, se lui dice prendi quella verdura piuttosto che un’altra, dico fai tu, mi conosce e sa quali sono le mie esigenze.
Così vale per tutto, penso siate d’accordo.
Se si va al negozio di Paride, si va perché si sa che è attento alla qualità e i suoi prodotti sono ottimi, ci si FIDA.
E potrei continuare così per tutte le categorie.
Io vedo che di me i miei clienti si fidano, spesso mi sento dire, questo è il mio problema, risolvilo, dammi tutto quello che credi, mi fido! Questo è per me un motivo di grande soddisfazione, ma sono anche consapevole che la fiducia è difficile da conquistare, difficile da mantenere, facilissima da infrangere, è anche per questo mi impegno nello studio.
Questo perché ovviamente alla fiducia segue che devo avere un risultato, ovvero se mi fido di Giorgio e lui mi vene verdura avariata, io smetto di fidarmi, ovvio che con i protocolli di integrazione non è così diretta, ma sicuramente la mia consulenza deve ottenere un risultato.
Che dire, spero voi siate fiduciosi nelle competenze, al di là dell’ambito, e spero che ognuno di voi cerchi di essere al massimo delle proprie competenze.
Le soddisfazioni arrivano sicuramente!
E con questo spunto di riflessione vi auguro buon inizio settimana.

Con Affetto
Dott.ssa Franca

story saver for instagram